Seguiteci su: facebook-icon   Segui Eureka su LinkedIn

Alessandro Micich al convegno organizzato da Eureka sui servizi per l'infanziaCon la crisi la nostra vita è cambiata. C’è poco lavoro. Meno fondi per i servizi. La popolazione invecchia, si fanno meno figli, ci sono più genitori single. E se ci si ammala? Spese in più, soldi in meno.

«La crisi –ha spiegato Alessandro Micich, responsabile progetti e comunicazione della coop sociale Cadiai di Bologna, al Convegno Eureka Tra il dire e il fare… lo 0-6 ideale:

buone prassi nella qualità dei servizi educativi per l’infanzia - ci ha insegnato a convogliare al meglio, dove servono, le forze della comunità e dell’innovazione prodotta dal territorio.

Nel rispetto delle specificità e delle differenze territoriali: il vero plus del nostro lavoro.Per esempio con ComeTe, un servizio innovativo di assistenza e cure a 360 gradi per le famiglie. Ogni bambino, ragazzo, nonno è seguito da un tutor e da persone del posto: non è mai un “numero”. «Il segreto? – conclude Micich - Lavorare tutti insieme appassionatamente, progettando in modo mirato sulla storia della persona e dell’abitato, utilizzando le competenze territoriali e le reti costruite per la comunità dagli operatori locali. 

Clicca il link per leggere l'intervento integrale di Alessandro Micich, CADIAI

Cascina Cappuccina

WeMi piattaforma dei servizi domiciliari del Comune di Milano

servizi educazione finanziaria

Asili nido Eureka!

banner5x1000